Ricerca Appalti

Utilizza i seguenti criteri di ricerca singolarmente o in combinazione tra loro.

Appalti via E-mail

Attenzione: Compilare correttamente i campi obbligatori.
Email inviata correttamente. Al più presto verrete contattati dal nostro staff.
Accettare la privacy è obbligatorio.

Documenti Normativi in materia di Appalti Pubblici:

  1. Prassi


    • VALUTAZIONE OFFERTE - DISCREZIONALITA' PA
      Spetta all’amministrazione procedere alla valutazione degli elementi e della congruità della offerta nella sua complessità, quale espressione di un apprezzamento di natura tecnico-discrezionale. continua
    • PRINCIPIO DI EQUIVALENZA DEI PRODOTTI - INFUNGIBILITA' (63.1)
      La stazione appaltante non può e comunque non ha alcun obbligo di verificare preventivamente l’eventuale compatibilità di prodotti diversi da quelli indicati nel bando, anche perché ciò si ripercuoterebbe negativamente sull’efficacia, efficienza ed economicità dell’azione amministrativa continua
    • CRITERI DI VALUTAZIONE OFFERTA TECNICA - DIVIETO COMMISTIONE
      I criteri di valutazione di carattere soggettivo dell’offerta tecnica, così come definiti negli atti di gara, non appaiono conformi alla normativa di settore in quanto concretamente non idonei ad evidenziare le caratteristiche migliorative delle offerte presentate dai concorrenti sotto il profilo qualitativo della prestazione offerta. continua
    • AMMINISTRAZIONE DIGITALE - REGOLAMENTO SULLE FUNZIONI DI VIGILANZA E L'ADOZIONE DI PROVVEDIMENTI SANZIONATORI
      Pubblicato il regolamento recante le modalità per l'espletamento delle funzioni di vigilanza e per l'adozione degli eventuali provvedimenti sanzionatori. continua
    • VERIFICA TRIENNALE E RINNOVO DELLA ATTESTAZIONE SOA - PARTECIPAZIONE ALLE GARE
      L’impresa che abbia tempestivamente richiesto il rinnovo dell’attestazione soa o la sua verifica triennale, può partecipare alle gare indette, rispettivamente, dopo il quinquennio o il triennio, anche se non ha ancora conseguito il nuovo attestato o la verifica triennale. continua
  2. Normativa


    • OPERE SOTTOPOSTE A DIBATTITO PUBBLICO - MODALITA' DI SVOLGIMENTO (22.2)
      Pubblicato il regolamento recante modalità di svolgimento, tipologie e soglie dimensionali delle opere sottoposte a dibattito pubblico. continua
    • PROROGA DEL TERMINE DI ENTRATA IN VIGORE DEGLI OBBLIGHI DI FATTURAZIONE ELETTRONICA PER LE CESSIONI DI CARBURANTE
      Proroga del termine di entrata in vigore degli obblighi di fatturazione elettronica per le cessioni di carburante. continua
    • CRITERI AMBIENTALI MINIMI CALZATURE DA LAVORO (34)
      Pubblicati i criteri ambientali minimi per la fornitura di calzature da lavoro non dpi e dpi, articoli e accessori di pelle. continua
    • AMBIENTE - VALUTAZIONE DEI PRODOTTI "MADE GREEN IN ITALY" (34 - 87)
      Pubblicato il regolamento per l'attuazione dello schema nazionale volontario per la valutazione e la comunicazione dell'impronta ambientale dei prodotti, denominato «made green in italy». continua
    • INCOMPATIBILITA' CARICHE ORGANI DELLE PROCEDURE CONCORSUALI
      Pubblicate le disposizioni per disciplinare il regime delle incompatibilità degli amministratori giudiziari, dei loro coadiutori, dei curatori fallimentari e degli altri organi delle procedure concorsuali. continua
  3. Giurisprudenza


    • OBBLIGO DI ADESIONE ALLE CONVENZIONI CONSIP
      Il comune non è obbligato ad aderire alla convenzione consip per assicurare il servizio pubblico locale di illuminazione, non risultando questo espressamente menzionato nell’elenco dei settori merceologici e di servizi contemplati dal d.P.C.M. 24 dicembre 2015. continua
    • CLAUSOLA SOCIALE - VIOLAZIONE – ILLEGITTIMITÀ DEL CAPITOLATO SPECIALE - PRINCIPIO DI TIPICITÀ DEI PROVVEDIMENTI AMMINISTRATIVI NULLI – RIMEDIO IMPUGNATORIO (50)
      L’eventuale violazione dell’art. 50 d.Lgs. 50/2016 non dà luogo alla nullità del capitolato speciale, ma alla sua illegittimità con conseguente necessità di far valere il vizio attraverso il rimedio impugnatorio. L'art. 21-septies della l. 7/8/1990, n. 241 individua, infatti, tassativamente le ipotesi di nullità del provvedimento amministrativo. continua
    • TRASPORTO PUBBLICO E PROJECT FINANCING - CASISTICA
      Non sono riscontrabili elementi oggettivi e concreti, idonei a supportare una esclusione della “finanza di progetto” nel trasporto pubblico locale. Vi è infatti chi vede la finanza di progetto quale un sistema contrattuale, riconducibile nell’ambito della “concessione”, il quale si presenta più consono ad essere utilizzato nei casi in cui si tratti di realizzare gli impianti e/o le strutture del trasporto locale piuttosto che alla semplice effettuazione del servizio di trasporto locale. Tuttavia, si impone di valutare l’effettiva compatibilità dell’ “affidamento in concessione a mezzo di project financing” con il semplice “servizio di trasporto pubblico locale”, ossia con un servizio che non richiede la “realizzazione di infrastrutture” e, dunque, non necessita di un preciso coinvolgimento di “risorse private”. In sintesi, risulta doveroso convenire sull’inapplicabilità della direttiva 23/2014 e, dunque, sulla necessità di procedere “mediante procedura di gara d’appalto ai sensi dell’art. 5, paragrafo 1, del regolamento (ce) 1370/2007”. continua
    • PROJECT FINANCING – RIMBORSO SPESE AL PROMOTORE – DOVUTO IN CASO DI CONCESSIONE A SOGGETTO TERZO, NON IN CASO DI REVOCA DELLA AGGIUDICAZIONE PROVVISORIA
      Nel project financing il presupposto per il rimborso delle spese sostenute dal promotore per la predisposizione delle offerte è costituito dalla concessione in favore di un soggetto terzo, circostanza non configurabile nella fattispecie in esame, caratterizzata dalla revoca in fase di aggiudicazione provvisoria, e dunque in un contesto precario, instabile, non costituente l’atto conclusivo del procedimento di gara. Sussiste tuttavia la responsabilità della pa la quale, nonostante la legittimità delle sopravvenienze giustificative della revoca di aggiudicazione provvisoria, ha assunto un comportamento non improntato a correttezza avendo svolto in un ampio arco temporale il procedimento di project financing, pur nella consapevolezza che non avrebbe potuto portarlo a conclusione, senza dare di ciò contezza al concorrente. continua
    • ECCEZIONALITÀ DELLE DEROGHE ALLA ROTAZIONE (36.7)
      E' legittimità della scelta di indire una procedura negoziata e non invitare il gestore uscente alla luce del principio di rotazione. continua
Prova Gratuita