Ricerca Appalti

Utilizza i seguenti criteri di ricerca singolarmente o in combinazione tra loro.

Appalti via E-mail

Attenzione: Compilare correttamente i campi obbligatori.
Email inviata correttamente. Al più presto verrete contattati dal nostro staff.
Accettare la privacy è obbligatorio.

Documenti Normativi in materia di Appalti Pubblici:

  1. Prassi


    • VALORE DEL COEFFICIENTE “R” PER L’ANNO 2019 - ALLEGATO C AL DPR N. 207/2010
      Valore del coefficiente “r” per l’anno 2019 - allegato c al dpr n. 207/2010 continua
    • RAPPORTO TRA TERZO E QUARTO COMMA ART. 95 – PREVALENZA DEL CRITERIO DELL’OFFERTA ECONOMICAMENTE PIÙ VANTAGGIOSA (95.3)
      Il rapporto tra i il terzo e quarto comma dell’art. 95 è di specie a genere, per cui ove ricorrano le fattispecie di cui al comma 3 scatta un obbligo speciale di adozione del criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa. continua
    • NORMATIVA APPLICABILE AI SERVIZI SOCIALI (140 – 141 – 142)
      L’affidamento dei servizi sociali deve rispettare la normativa pro-concorrenziale di origine europea, pertanto la disciplina del d. Lgs. 50/2016, sia pure con il regime alleggerito di cui agli artt. 142 e 143, prevale sulle difformi previsioni del codice del terzo settore, ove in conflitto. continua
    • METODO DI CALCOLO DEL PUNTEGGIO ECONOMICO- DEVE ESSERE INDICATO DALLA STAZIONE APPALTANTE NEGLI ATTI DI GARA (95)
      Le stazioni appaltanti devono definire in maniera chiara e precisa il criterio di aggiudicazione nonché i criteri di valutazione, i metodi e le formule per l’attribuzione dei punteggi e il metodo per la formazione della graduatoria, finalizzati all’individuazione dell’offerta economicamente più vantaggiosa. continua
    • FORMULE DI VALUTAZIONE OFFERTA – ALTERAZIONE DEI PUNTEGGI – ILLEGITTIMITA’
      Qualsiasi formula matematica si utilizzi per l’assegnazione del punteggio per l’offerta economica, essa non può mai condurre a una alterazione sostanziale, e non trasparente, del range di punteggi stabilito nella legge di gara. continua
  2. Normativa


    • AGGIORNAMENTO ALLEGATI AL TITOLO I DEL D.LGS 118 2011 – MONITORAGGIO CONTI PUBBLICI – RACCORDABILITÀ DEI CONTI DELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE CON IL SISTEMA EUROPEO DEI CONTI NAZIONALI.
      Aggiornamento d.Lgs 118 2011 recante disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle regioni, degli enti locali e dei loro organismi. continua
    • MODIFICHE AL CODICE DEGLI APPALTI (48.17 - 48.18 - 80.5.B - 110)
      Pubblicate le modifiche al codice dei contratti pubblici (d.Lgs. 50/2016). Nello specifico: art. 48 commi 17 e 18, art. 80 comma 5 lett. B) ed art. 110. Le modifiche entreranno in vigore il 15/08/2020. continua
    • FATTURAZIONE ELETTRONICA NEGLI APPALTI PUBBLICI - DECORRENZA OBBLIGO (1.1 - 3.1)
      A decorrere dal 18 aprile 2019, le pubbliche amministrazioni sono tenute a ricevere ed elaborare le fatture elettroniche conformi allo standard europeo sulla fatturazione elettronica negli appalti pubblici. Per le amministrazioni aggiudicatrici sub-centrali l'obbligo decorre dal 18 aprile 2020. continua
    • REATI CONTRO LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE
      Pubblicate le misure per il contrasto dei reati contro la pubblica amministrazione, nonché in materia di prescrizione del reato e in materia di trasparenza dei partiti e movimenti politici, in vigore dal 31/01/2019. continua
    • SERVIZI TRASPORTO FERROVIARIO - APERTURA DEL MERCATO
      Attuazione della direttiva (ue) 2016/2370 del parlamento europeo e del consiglio, del 14 dicembre 2016, che modifica la direttiva 2012/34/ue per quanto riguarda l'apertura del mercato dei servizi di trasporto nazionale dei passeggeri per ferrovia e la governance dell'infrastruttura ferroviaria. continua
  3. Giurisprudenza


    • OBBLIGHI DI COMUNICAZIONE, PUBBLICITÀ E CONTROLLO DELLE MODIFICAZIONI DEL CONTRATTO AI SENSI DELL’ART. 106 DEL D.LGS. 18 APRILE 2016, N. 50 (106)
      Atto di segnalazione n. 4 del 13 febbraio 2019 concernente gli obblighi di comunicazione, pubblicità e controllo delle modificazioni del contratto ai sensi dell’art. 106 del d.Lgs. 18 aprile 2016, n. 50. continua
    • VIOLAZIONI FISCALI DEFINITIVAMENTE ACCERTATE (80.4 – 80.6)
      Qualora l’agenzia delle entrate attesti a carico del concorrente violazioni fiscali “definitivamente accertate”, la stazione appaltante non ha altra possibilità che escludere detta società dalla gara, essendole preclusa un’autonoma valutazione della questione. continua
    • SUDDIVISIONE IN LOTTI – DEROGA MOTIVATA – LIMITI
      Al fine di favorire l'accesso delle microimprese, piccole e medie imprese, le stazioni appaltanti suddividono gli appalti in lotti funzionali. Il principio della suddivisione in lotti può essere derogato attraverso una decisione che deve essere adeguatamente motivata. continua
    • CONCORDATO CON CONTINUITÀ AZIENDALE - NON È CAUSA DI ESCLUSIONE (80.5.B – 110)
      Non rientra tra le cause di esclusione dalla gara la procedura di concordato con continuità aziendale. continua
    • VIOLAZIONI GRAVI RISPETTO AGLI OBBLIGHI RELATIVI AL PAGAMENTO DELLE IMPOSTE E TASSE – DEFINITIVITÀ DELL’ACCERTAMENTO DELLA CARTELLA DI PAGAMENTO EMESSA EX ART. 36 BIS D.P.R. 600/73 (80.4)
      In caso di cartella di pagamento emessa ai sensi dell'art. 36 bis, d.P.R. N. 600 del 1973, l'atto riveste natura di atto impositivo, trattandosi del primo ed unico atto con cui la pretesa fiscale è stata esercitata nei confronti del dichiarante, con conseguente sua impugnabilità, ex art. 19, del d.Lgs. N. 546 del 1992, anche per contestare il merito della pretesa impositiva continua
Prova Gratuita